GEAPRESS – Via Cardinale Lavitrano, quartiere Arenella. Per raggiungere il piccolo bronx di Palermo bisogna passare attraverso il cantiere di una casa in costruzione, dopo una serie di vie tra edifici diroccati, un tempo adibiti ad usi industriali.

Ad intervenire in forze, stamani, il NOPA (Nucleo Operativo Protezione Ambientale) della Polizia Municipale di Palermo, a seguito della segnalazione di cattivi odori dovuti allo sversamento abusivo di melassa, prodotto di scarto della lavorazione dello zucchero.

Una volta entrati, tra edifici fatiscenti e scritte sui muri inneggianti ai boss Totò Riina, Bernardo Provenzano e Salvatore Lo Piccolo,  gli agenti del NOPA hanno trovato numerose stanze con al chiuso dei cani pit bull, verosimilmente destinati ai combattimenti. Non è ancora chiaro quanti cani siano detenuti nei luoghi, caratterizzati anche da un edificio con porte blindate.

In questo momento i Vigili del Fuoco stanno provvedendo con mezzi speciali all’apertura delle porte blindate. Sul posto sono intervenuti anche il Nucleo Cinofili della Polizia Municipale e della Polizia di Stato, nonchè l’ARPA (Agenzia Regionale Protezione Ambiente).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI AGGIORNAMENTO CON FOTO E VIDEO