GEAPRESS – 24 cavalli ed un pony. Stalle in muratura, ovviamente abusive, come l’intero ippodromo nei pressi del grosso centro commerciale di Brancaccio e dell’autostrada Palermo Catania. 100 metri il lato maggiore della pista in terra battuta. Poi le curve di circa 50 metri. Le aree di stabulazione degli animali sono ricavate sia attorno alla pista che nell’area interna. Poi due grossi terreni collegati alla struttura (nella foto) anch’essi con cavalli. Tutto sotto sequestro a seguito dell’intervento della Polizia di Stato, iniziato stamani nei pressi di Corso dei Mille, congiuntamente alla Polizia Municipale ed ai Veterinari ASP di Palermo.

Secondo indiscrezioni circolate negli ambienti inquirenti le indagini sarebbero appena avviate. Il magistrato ha intanto disposto il sequestro della struttura. I cavalli sono momentaneamente affidati ai proprietari, mentre tra lunedì e martedì è atteso il loro trasferimento. Sempre secondo indiscrezioni, molti degli equini sarebbero in possesso del microchip mentre ancora non è confermabile l’intestazione del codice di stalla presso le scuderie dell’ippodromo ufficiale di Palermo. Di certo, i 24 cavalli erano tutti trottatori.

Sarebbero stati rilevati gli illeciti relativi alle opere abusive, mentre sullo stato di salute ed eventuale uso di sostanze dopanti, si attendono i referti dei Veterinari ASL.

L’intervento della Polizia di Stato, congiunto alla Polizia Municipale e all’ASL, si inserisce nei controlli relativi alla tutela del benessere degli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati