GEAPRESS – Ieri sera alle 22.30 una corsa a singolo calesse, si è svolta nella circonvallazione cittadina, tra la rotonda di via Oreto e lo svincolo di via Ernesto Basile. Almeno una quarantina di scooter, seguiti da numerose automobili, tutti suonanti e che di fatto bloccavano la cinconvallazione, hanno seguito la corsa di un pony, frustato selvaggiamente dal suo conduttore.

Il piccolo cavallo era bardato a festa e molto probabilmente si è trattato di una selezione nell’ambito delle “nuove” corse clandestine. Il Codice della Strada, infatti, non vieta il transito dei calessi se non in copetizione tra loro. Ormai da un paio di anni, gli organizzatori delle corse clandestine, stanno puntanto sulle corse a cronometro. Basta cioè un singolo calesse. Diverso discorso per chi si rende responsabile del blocco della circolazione, ma il calesse non viola, in tal maniera, alcun divieto perentorio. Il Codice della Strada li autorizza a sfrecciare anche in ambito urbano ed in strade ad intensa circolazione, come la tangenziale cittadina.

Il corteo di motorini ed automobili strombazzanti si è poi diretto verso lo svincolo di via Ernesto Basile. Altra caratteristiche delle “nuove” corse clandestine, sono i pony. Si tratta di cavalli molto più piccoli rispetto a quelli dismessi dagli ippodromi e che, a Palermo, vengono indistintamente utilizzati nelle carrozze per i turisti e nelle corse clandestine. Richiedono un calesse più piccolo e sono più facili da gestire, anche per le centinaia di stalle abusive tollerate a Palermo. I pony sono ormai apparsi da qualche anno in Campania. Poi nella Sicilia orientale, specie nella provincie di Messina e Catania. Della provincia di Siracusa sono, invece, le prime corse a cronometro fermate da Carabinieri e Polizia di Stato.

Sabato scorso, per le vie del centro di Palermo, si era svolta una manifestazione, organizzata da LIDA e OIPA, contro le corse clandestine e l’incredibile fenomeno delle centinaia di stalle abusive della città (vedi articolo e foto GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati