GEAPRESS – Ci mancava solo questa. Trafficanti di droga che addestrano i piccioni viaggiatori a fare da staffetta con fardelli … allucinanti! Se poi questa nuova abitudine riguarda la cocaina ed il paese è la Colombia, qualche elemento in più per preoccuparsi, forse ci sarebbe.

Secondo la BBC nel carcere di Bucaramanga era atteso con impazienza, ma il povero piccione viaggiatore appesantito dalla sua valigetta con ben 45 grammi tra cocaina e marijuana, non ha retto allo stress. Si è così posato esausto attirando, con la sua particolare imbracatura, l’attenzione della Polizia. Ma non è finita qui. Secondo la Polizia colombiana, infatti, si tratterebbe di una evoluzione dell’ingegnosità criminale.

Piccioni viaggiatori sono stati scoperti nel passato mentre, a loro (…ovviamente) insaputa, contrabbandavano sim card per telefoni cellulari. I destinatari erano sempre i detenuti. Non è ancora chiaro dove vengano addestrati i piccioni, ma la particolarità del caso fa pensare che gli animali siano allevati ed addestrati dentro la prigione. Il Piccione, infatti, riconosce il luogo dove è vissuto, ed una volta liberato ritorna al luogo di origine, in genere senza fardelli. Viene da chiedersi come venga fatto uscire dal carcere, oltre che, ovviamente, allevato al suo interno. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).