GEAPRESS –Tutto parte da un intervento dei Carabinieri del gennaio 2011, quando a Casapulla, in provincia di Caserta, una sfilata di cavalli, con qualche distrazione delle autorità locali…, si era trasformata in corsa clandestina (vedi articolo  GeaPress).

Si è finiti così all’Ippodromo Savio di Cesena, dove è stato sequestrato uno dei cavalli dell’operazione che da ieri alle 5.00 fino a tarda sera, ha impegnato i Carabinieri del Nucleo Antifrodi di Salerno, comandati dal Capitano Vincenzo Ferrara, in collaborazione con i Comandi Provinciali di Napoli, Caserta, Salerno, Parma ed il NAC (Nucleo Antifrodi) di Parma.

In tutto sette cavalli per i quali è scattato il sequestro preventivo finalizzato alla confisca. I Carabinieri, cioè, sono intenzionati a togliere definitivamente i cavalli ai malviventi. Gli animali, sono stati tutti consegnati, a parte quello di Cesena affidato in altro luogo, alle Guardie Eco Zoofile dell’A.N.P.A.N.A., le quali hanno messo a disposizione i loro van per il trasporto degli animali ed hanno assistito le operazioni dei Carabinieri. Un intervento prezioso, come ha voluto sottolineare lo stesso Capitano Ferrara, considerata la carenza di luoghi disposti ad accogliere animali di questo genere.

Le indagini, coordinate dal P.M. dott.ssa Gerardina Cozzolino, della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, hanno accertato la presenza degli affiliati di un clan camorrista del casertano specializzato nel traffico internazionale di sostanze stupefacenti, nonché in quello dei rifiuti. In tutto 12 persone denunciate, mentre le indagini sono ancora in corso.

Tra il materiale sequestrato anche medicinali dopanti ed il fenilbutazone, un potente antinfiammatorio che è stato somministrato in dosi massicce. In un maneggio, pure i video delle corse clandestine (con tanto di colonna sonora melodico napoletana) e documentazione relativa ai cavalli. Sequestro amministrativo, invece, per un pony, un rottweiler ed alcune galline detenute in maneggio in condizioni incompatibili per la loro natura.

Le corse clandestine si svolgono, spesso, nelle vie cittadine, tra cui via Sbarra a Casapulla, dove lo scorso gennaio i Carabinieri intervennero in massa, per bloccare la corsa … da distrazione. Finirono denunciati gli organizzatori della pseudosfilata, mentre, confermano ora i Carabinieri, i materiali cartacei sequestrati a Casapulla, erano proprio riferiti alle scommesse clandestine.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY:

VEDI VIDEO: