GEAPRESS –Vi ricordate lo zoo di Napoli ed il recente intervento di Striscia la Notizia? (vedi articolo GeaPress). Una situazione allarmante rimasta sostanzialmente immutata da anni. Ecco ora la novità. Lo zoo salverà la capra napoletana! Avete capito bene, la nuova mission è quello di salvare la capra perché scopo degli zoo è “salvaguardare le razze in via di estinzione”.

In tal maniera si è espresso al Corriere del Mezzogiorno, Cesare Falchero direttore della vetusta struttura zoologica partenopea. Lui, addirittura, li avrebbe salvati dal macello. Di questo, ovviamente, ne siamo felici, ma magari fosse sempre possibile farlo, possibilmente senza razzismi. Forse, a prescindere se condivisibile o no, varietà allevate o specie animali, ma “razze” è un termine uscito … quasi … dalla zootecnia ufficiale. Senza entrare nel merito dell’esigenza di salvare la capra napoletana, ci chiediamo cosa c’entri un piccolo zoo dove già gli animali sono abbastanza ammassati da non desiderare ulteriori intrusioni.

La novità degli animali domestici non è poi neanche tale, considerato che già il suo predecessore aveva creato una incredibile area con gli animali da fattoria. Falchero la volle mantenere forse anche perché immutato è rimasto tutto l’impianto, nonostante già da alcuni anni va dando come imminente la costruzione di macroaree tropicali…. La fattoria doveva servire ad inculcare l’amore verso gli animali (in gabbia) ai bambini che però meno vedono le privazioni di libertà e meglio è. Intanto nello zoo arrivano le capre napoletane con tanto di plauso del Commissario regionale dei Verdi, Francesco Borrelli. Inorgoglito Falchero dichiara che in tal maniera si chiuderà in bellezza l’anno delle biodiversità.

Forse, anche alla luce di questo, la prossima volta nella scelta di dedicare l’anno a qualcosa sarebbe meglio non fare più riferimenti alla natura. Non sarà tutta colpa dello zoo di Napoli e basta guardare ai disastri delle mancate gestioni in difesa del patrimonio naturale. Certo, però, che arrivare alla fine dell’anno della Biodiversità con le capre napoletane dello zoo partenopeo (con il plauso dei Verdi campani) così ben documentato da Striscia la Notizia lascia quantomeno perplessi.(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).