GEAPRESS – La concessionaria per la raccolta e la diffusione della pubblicità per la Festa Provinciale dell’Unità di Ravenna, ritiene un volantinaggio anti zoo come attività commerciale e diffida a continuare a farlo.

L’incredibile decisione è stata formalizzata oggi a Ravenna Punto a Capo che sta coordinanto le attività contro il costruendo zoo safari di Ravenna. Questo era presente con uno stand acquisito presso quella che in realtà, da qualche anno, si chiama Festa Democratica.

Ma per la concessionaria con sede a Ravenna ed attiva fin dagli anni ’60, le cose non stanno così. Anzi se Ravenna Punto a Capo vuole continuare la sua attività … commerciale (!) deve rivolgersi ai suoi uffici. Viceversa l’attività è illecita perchè viola legittimi diritti.

Appena ho aperto la raccomandata sono rimasta a dir poco stupita – dice a GeaPress Samantha Comizzoli responsabile di Ravenna Punto a Capo – anche perchè riferivano di un volantinaggio al primo settembre, quando non eravamo nei luoghi. Poi, però, ho letto che avevano constatato il tutto e devo pertanto ricredermi“.

Ma cosa conteneva il volantino … “commerciale”? In realtà trattavasi di un normale volantino di sensibilizzazione contro lo sfruttamento degli animali. Come tanti già fatti e, fino a prova contraria, perfettamente inquadrabili in quella libertà di espressione ed informazione tutelata dalla nostra Costituzione. Non era fino ad ora noto che si dovesse passare da una concessionaria pubblicitaria.

Spero che sia un errore, viceversa dovrei pensare a qualcosa di più grave come altre stanno succedendo in questo periodo e delle quali parlerò al momento opportuno” ha aggiunto la Comizzoli.

Insomma, dopo la struttura progettata come camere d’albergo alla Standiana, ma strada facendo fatta divenire zoo, arriva ora la concessionaria che dagli anni sessanta svolge attività su Ravenna e che scambia il dissenso per una attività commerciale. Di sicuro, a Ravenna, rimane ormai il (…libero…) dissenso allo zoo per il quale tanto ha dovuto lavorare l’Amministrazione comunale. Ravenna Punto a Capo, intanto, va avanti e per il 25 settembre conferma la manifestazione anti zoo (per info clicca qui). Tutti a Ravenna dunque, sperando di dovere manifestare per la libertà degli animali e non anche per ribadire quella di espressione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati