teschi II
GEAPRESS – Nuovo sviluppo nel torbido ambiente che circonda i commercianti di ossa di grandi scimmie. Il Dipartimento delle Foreste del Camerun è intenzionato ad approfondire le indagini fino ad arrivare agli appoggi internazionali del trafficante bloccato nel pomeriggio di ieri. Otto teschi di scimpanzé e due di mandrillo.

Così come comunicato da LAGA (Last Great Ape Organization) una ONG specializzata nella repressione di tali commerci, il trafficante sarebbe stato bloccato al momento della consegna. Arrivato a bordo di una motocicletta, l’uomo è stato “accolto” dai funzionari di polizia e dagli operatori di LAGA.

Tutti i teschi erano contenuti all’interno di una borsa della spesa.

Le indagini stanno ora proseguendo per accertare i probabili collegamenti internazionali. Il traffico di teschi ed altre parti anatomiche (tra cui mani e piedi) costituisce purtroppo un fenomeno ancora molto diffuso. Collezionisti di ossa sono ancora disposti a pagare considerevoli cifre pur di appropriarsi di un teschio appartenuto ad un animale ormai raro ed in via di estinzione.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati