testa scuoiata
GEAPRESS – Proprio a due passi dove lo scorso marzo venne rinvenuto impiccato il povero Fiume, cagnolino randagio dei luoghi la cui foto scosse le coscienze di in molti (vedi foto e articolo GeaPress).

Questa volta nelle campagne di Montemiletto (AV), nei pressi del fiume Calore, sono state ritrovate due teste di cinghiale, ovvero quel che resta di una possibile macellazione post battuta di caccia. L’area, secondo quanto denunciato da Simone D’Anna, Consigliere Comunale della lista “Proposta Concreta”, sarebbe una zona di Ripopolamento.

Il Consigliere se la prende ora con l’Amministrazione comunale che, a suo dire, avrebbe nel passato dichiarato una “guerra ai cinghiali”. Forse, denuncia il Consigliere qualcuno potrebbe avere preso sul serio l’improbabile battaglia. Un problema, quello dei cinghiali, che a detta del Consigliere D’Anna esiste, ma che deve essere affrontato seriamente e con il massimo rispetto per la salute degli animali.

L’invito è pertanto rivolto al Sindaco affinchè l’area circostante al Fiume Calore venga monitorata anche alla luce dell’indiscriminato abbandono dei rifiuti che caratterizzerebbe il posto. Auspicata, in tal senso, l’installazione di un sistema di videosorveglianza.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati