MAYAGEAPRESS – Nuovo caso di maltrattamento di animali in provincia di Napoli, per il quale le volontarie dell’UGDA chiedono un AIUTO PER SALVARE LA CAGNOLINA GEAPRESS – Nuovo caso di maltrattamento di animali in provincia di Napoli, per il quale le volontarie dell’UGDA chiedono un
. A finire molto male, infatti,  è una cagnetta che, secondo alcune voci, aveva un suo padrone. Un animale anziano, sofferente di piometra e cisti ovariche. Un caso grave per il quale già da tempo bisognava intervenire chirurgicamente.

Qualcuno, però, non deve aver voluto spendere un  centesimo per la povera cagnolina che in tal maniera, gravemente debilitata, è stata abbandonata in strada.

Un nuovo randagio ma, nel suo caso, già prossimo alla morte.

Se non fosse stato per le volontarie dell’UGDA,  la cagnolina non ci sarebbe più. Una signora, nei pressi del Centro Direzionale, ha lanciato l’allarme e  l’intervento è stato immediato. La cagnolina si presentava sofferente, con la lingua a penzoloni e le zampe non più in grado di poterla sorreggere.

Per Maya, così l’hanno chiamata la volontarie, la situazione non è messa bene.

Conclusa la terapia antibiotica, dovrà essere sottoposta ad un primo intervento chirugico per la piometra. Seguiranno gli altri esami ed i successivi interventi sulle cisti ovariche.

Per questo le volontarie dell’UGDA (Ufficio Garante Diritti  Animali) chiedono aiuto. Per Maya, come per gli altri cagnetti recuperati dalla strada, le disponibilità finanziarie sono limitatissime.  Passata l’emergenza sanitaria, bisognerà garantirle un futuro sereno e possibilmente in famiglia.  L’appello dei volontari e pertanto quello di essere aiutati per salvare  Maya. Il tuo aiuto potrebbe essere determinante, basta accedere alla PAGINA DELLE DONAZIONI, seguire le istruzioni e specificare la causale “per Maya“. Sarai inoltre informato sull’evolversi del suo stato di salute oltre che delle attività in favore di un  Centro di Prima Accoglienza che l’UGDA vuole realizzare a Napoli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati