pesce spada
Duecentocinquanta chili, di cui 150 di Pesce spada e la restante parte di Triglie. Sono state sequestrati stamani dalla Guardia Costiera di Napoli che stima il valore del pescato in circa 1500 euro. Ad essere risultate coinvolte sono una azienda ed un mercato ittico della provincia.

Il pescato sequestrato era pronto per l’immissione nel mercato nonostante il periodo di fermo biologico, per entrambe le specie, non destinabili per le dimensioni.

Duro il commento della Capitaneria di Porto di Napoli che riferisce di enorme sequestro ed assoluta indifferenza delle persone coinvolte. Una attività, riferisce sempre la Capitaneria, compiuta nel più assoluto sfregio delle norme di salvaguardia delle specie ittiche.

L’attività della Guardia Costiera continuerà con fermezza anche nei prossimi giorni.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati