tordi uccisi
GEAPRESS – Quindici Tordi uccisi sparando da un appostamento fisso e utilizzando  un richiamo acustico munito di telecomando e batteria supplementare.

A scoprire il cacciatore è stata la Polizia Provinciale di Vicenza che ha provveduto a segnalare l’uomo alla Procura della Repubblica.

Il richiamo risultava occultato in una pianta. Una trappola perfetta che attirava i poveri animali sotto il tiro del fucile del cacciatore comodamente appostato. Tutta l’attrezzatura (fucile compreso) e gli animali uccisi, sono stati posti sotto sequestro.

Alla luce del recente provvedimento che ha di fatto smembrato le Polizie Provinciali tra quelle Municipali e Metropolitane, ci si chiede che fine faranno gli specifici controlli sull’ambiente e tra questi quelli sul bracconaggio. Lo stesso Corpo aveva inoltre incarico di vigilare sull’applicazione della legge contro i maltrattamenti di animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati