DOMANDA:

Buongiorno Dottore,
la mia cagna sterilizzata (incorcio pit bull – siberian husky) di 4 anni ha cominciato a soffrire di ghiandole perianali infiammate. Le ho cambiato alimentazione, ma il problema continua a riproporsi perciò ho il dubbio che non sia tanto un problema di alimentazione quanto un problema suo di ipersensibilità e che quindi si ripresenterà indipendentemente dalla dieta.
Qualche volta mangia cibo in umido e va pazza per le croste di formaggio ma gliene do pochissime. Cosa posso fare? Non so più come comportarmi a parte far spremere le ghiandole ogni 2 mesi (ma le farà bene??). E poi ogni volta devo darle un medicinale? Quale secondo lei? La ringrazio per l’attenzione. Cordiali saluti.

Stefania Dal Castello
Valdastico (VI)


RISPOSTA:

Salve Stefania,
il problema dell’infiammazione delle ghiandole perianali purtroppo non dipende affatto dall’alimentazione bensi da un infiammazione legata a dei batteri che penetrano dagli orifizi situati ad ore 3 e ore 9 sullo sfintere anale e ne determinano la flogosi.
Si deve, quindi, procedere con cure mirate di antibiotici ed antiinfiammatori, ed eventualmente usare creme lenitive sulla zona. Bisogna evitare che l’infiammazione delle ghiandole si trasformi in fistolizzazione per la quale poi sarà necessario intervenire con l’asportazione delle stesse.
Spero di essere stato esaustivo, una coccola alla sua cagnetta.

Dott.  Francesco Assenza