GEAPRESS – Nuova mobilitazione sul web, in tema di vivisezione. Questa volta oggetto dell’appello è la recente risoluzione approvata dalla Commissione Igiene e Sanità del Senato che ha vincolato tra l’altro il Governo italiano ad appoggiare la posizione del Commissario europeo Tonio Borg in favore dell’immediato bando in tema di test cosmetici sugli animali (vedi articolo GeaPress ). Divieto che dovrebbe scattare nel marzo 2013.

Quello che preoccupa il Comitato per il Garante dei Diritti Animali UGDA, non sono solo le proposte di deroga al divieto, ma anche il precedente sull’incredibile lentezza con la quale il Governo italiano ha ad esempio confermato agli uffici di Bruxelles, il divieto esistente nel nostro paese di sperimentare su cani e gatti randagi. Tale divieto, infatti, doveva essere confermato entro la fine dell’anno, ma nonostante i due anni di tempo avuti a disposizione, il Ministero ne ha dato comunicazione solo il 20 dicembre scorso (vedi articolo GeaPress ).

Per la presidente del Comitato UGDA Paola Suà è incredibile il tempo impiegato dal Ministero per delle semplici comunicazioni.

Il nuovo appello è ora rivolto, oltre che al Ministro Balduzzi anche al Dipartimento Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari.  Oggetto dell’appello non  è solo l’appoggio al Commissario Europeo, ma anche gli altri due punti approvati dalla Commissione del Senato. Si tratta dell’obbligo di emanazione delle linee guida ministeriali in tema di  somministrazione di anestesia agli animali (nel caso di sperimentazioni potenzialmente dolorose) ed obbligo, presso le Università, di informazione periodica su base annuale relativa alla legge sull’obiezione di coscienza alla sperimentazione animale ( legge n.413/93).

Questo Governo uscente – ha precisato Paola Suà – è vincolato dalla risoluzione approvata dal Senato, perciò ci auguriamo tutti che faccia il proprio dovere e lo faccia tempestivamente“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati