GEAPRESS – Subiscono un nuovo rinvio la votazione degli articoli relativi alla Legge Comunitaria 2011 la quale, come ben noto, contiene l’art. 14 relativo alla sperimentazione animale. In Commissione XIV, infatti, non sono ancora pervenuti i pareri delle Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali. Senza di essi non si può procedere alla votazione degli emendamenti e, tra questi, i numerosi presentati proprio all’art. 14.

I colpi di scena, però, non finiscono qui. Mentre il Senatore D’Ambrosio Lettieri ha presentato una riformulazione del suo emendamento, ovvero quello relativo allo stralcio dell’art. 14 presso la Commissione Igiene e Sanità, il relatore del disegno di legge, Senatore Di Giovan Paolo, ha proposto alle forze politiche presenti in seduta, di decidere per lo stralcio. In pratica l’articolo 14, una volta tolto dal ddl 3129 (ovvero la comunitaria), incapperebbe nei tempi lunghissimi di approvazione, una volta congiunto agli altri ddl ora ai lavori della Commissione Igiene e Sanità. L’art. 14 viene in sostanza visto come un corpo estraneo alle disposizioni di adempimento agli obblighi comunitari ma l’altro relatore del ddl 3129, il Senatore Nessa, si è dichiarato di avviso diverso.

Quanto avvenuto oggi in XIV Commissione, prefigura la risposta al Governo di chi non vuole l’art. 14. Infatti, nella scorsa seduta (vedi articolo GeaPress) c’era stato il “si” dell’esecutivo preceduto dal ritiro dell’Ordine del Giorno del Senatore Tommasini, firmato anche da D’Ambrosio Lettieri. Ora, in altra veste, l’ordine del giorno ritorna così come la proposta di stralcio. La scorsa settimana sembrava essersi impedito. Oggi, invece, l’ipotesi torna a galla.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati