GEAPRESS – “Invito quelli della zona e non solo a partecipare“. Così si è espresso con i suoi fans Piero Pelù in merito al presidio animalista innanzi ai cancelli Glaxo-Aptuit di Verona. Poco dopo l’annuncio di Donatella Rettore (vedi articolo GeaPress) anche Piero Pelù aderisce all’iniziativa di Freccia 45, Coordinamento Fermare Green Hill e Comitato Montichiari Contro Green Hill. Tutti d’accordo per liberare i 32 beagle che, a detta degli animalisti, sarebbero detenuti in via Fleming.

Intanto da Bruxelles, torna a farsi sentire l’On.le Andrea Zanoni. Cosi come aveva promesso nel corso del presidio animalista, è intervenuto direttamente con chi dovrebbe detenere gli animali in questione: “concordiamo la liberazione di questi 32 cagnolini”.

Zanoni, vice presidente dell’Intergruppo Benessere  Animale al Parlamento europeo, ha chiesto infatti un incontro con il Vicepresidente Unipersonale della GlaxoSmithKline S.p.A. di Verona, per parlare dei 32 cani beagle. Come è noto la multinazionale inglese aveva nei giorni scorsi tenuto a precisare che nessuna ricerca sui cani era stata programmata. In altri termini quei cani non sarebbero loro. E’ altresì vero, però, che i suoi laboratori veronesi sono stati ceduti pochi anni addietro alla Aptuit.

Voglio vederci chiaro – ha riferito nel suo comunicato l’On.le Zanoni –  la Glaxo dice che ad occuparsi della ricerca è un’altra società,  la Aptuit, ma l’unica cosa che a me e ai volontari delle associazioni che stanno manifestando da settimane sta a cuore è la salute dei 32 beagle”.

La Aptuit ha rilasciato dal canto suo una lunga precisazione a L’Arena di Verona, ove ha ribadito gli alti standard adottati per gli animali ed il pieno rispetto della legislazione in vigore. Dei 32 beagle, però, nessun cenno.

Per Zanoni, quei beagle, siano essi Glaxo oppure Aptuit, sono all’interno degli immobili di via Fleming.

Mi auguro che la dirigenza Glaxo voglia accordarmi un incontro e che si dimostri ragionevole nel liberare questi 32 beagle per i quali centinaia di persone stanno manifestando ininterrottamente”, conclude l’eurodeputato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati