GEAPRESS – Si è concluso a Verona il corteo antivivisezionista indetto dalle associazioni Freccia 45, Coordinamento Fermare Green Hill e Comitato Montichiari contro Green Hill. Come è noto, l’iniziativa che fa seguito al presidio in atto, vuole portare  alla liberazione dei 32 beagle che, secondo gli animalisti, sarebbero detenuti nei laboratori di via Fleming.

Circa 300-400 persone  hanno sfilato sotto una pioggia incessante, per le vie del centro di Verona. Da via Brà a via Brà, ovvero partenza ed arrivo sotto la sede del Comune di Verona. Lo stesso luogo dove è al vaglio una proposta di  mozione che vuole chiede al Ministero della Salute di attivarsi per la liberazione dei 32 beagle. Una iniziativa firmata da quasi la metà dei Consiglieri Comunali e confermata nei suoi intenti dallo stesso Consigliere Ciro Maschio (primo firmatario della mozione e vicepresidente della lista Civica per Verona -Tosi Sindaco) oggi intervenuto alla manifestazione. Ieri, invece, la presenza dell’Europarlamentare Andrea Zanoni che ha preso l’impegno di attivarsi presso gli uffici di Bruxelles. Al corteo di oggi, invece,  ha voluto esprimere la sua solidarietà ai manifestanti Massimiliano Bernini, Deputato del Movimento 5 Stelle. Significativa anche la presenza di Giorgio Tremante, veronese, la cui  drammatica esperienza familiare imputata dallo stesso Tremante all’uso dei vaccini, scatena, tutt’oggi, un’infinità di riflessioni.

Tante cose ci hanno gratificato nel corso della manifestazione  – riferisce a GeaPress Fabio Saino che sta coordinando la protesta per conto di Freccia 45. “Una però mi ha colpito particolarmente – aggiunge Saino –  ed è stata la vicinanza delle persone. In molti  si sono avvicinati per chiedere informazioni e c’è stato chi ha assicurato come a partire da martedì prossimo parteciperà al nostro presidio“.

Dunque, a partire dalla prossima settimana i presidi in via Fleming, continueranno. Aptuit, fino ad oggi, non ha confermato la presenza dei 32 beagle ma ha fatto sapere di detenere gli animali secondo alti standard internazionali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati