GEAPRESS – Notizie all’agrodolce da PETA americana. A Porto Rico, grazie all’interessamento della stessa Associazione, si è appena appreso che la Corte d’Appello ha confermato la sentenza di primo grado con la quale era stata bloccata la costruzione di un mega allevamento di scimmie per la vivisezione. Parrebbe che la multinazionale amerciana Bioculture (già al centro di polemiche per 4000 scimmie da trasferire dalle Isole Mauritius a Porto Rico) non avesse tutti i permessi in regola. Ed allora, se non ci possono i diritti degli animali, almeno quelli edilizi sono riusciti, per ora, a bloccare l’allevamento in cattività delle scimmie.

Tutto storto, invece, in Virginia dove operano i laboratori dell’esercito americano che, stante quanto denunciato da PETA, inietta agenti velenosi nelle scimmie, come dimostrazione degli effetti causati sul sistema nervoso dopo un attacco chimico. Nessuna risposta è arrivata dagli ambienti governativi statunitensi. E dire che pochi anni addietro un video girato da al-Qaida, o almeno a loro imputato, fece molto scalpore per l’avvelenamento da gas, causato ad alcuni cuccioli di cani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati