vivisezione II
GEAPRESS – Superata anche la soglia di 100.000 firme voluta dal Comitato Promotore oltre la meta di un milione stabilito dalle disposizioni europee. Al primo novembre, giorno della chiusura della petizione che potrebbe comportare la revisione della famigerata Direttiva “vivisezione” del settembre 2010, le firme raccolte erano infatti 1.126.005.

Dodici, invece, i paesi della UE che hanno superato il limite minimo di firme relative alla quota nazionale. A sua volta i paesi sono cinque in più del richiesto. Almeno sette tra gli stati membri, dovevano infatti raggiungerla.

Altri due paesi, inoltre, chiudono con percentuali molto significative.  La parte principale dell’enorme sforzo è stata però compiuta dall’Italia. Ben 570.400 le firme raccolte. Parecchi i paesi che sono andati molto oltre il limite fissato. La Germania, ad esempio, chiude con il 214% in più. Il Belgio con il 178%. Praticamente fuori controllo, ma in senso positivo, la Slovenia: 362%.

Attenzione, però, alle firme cartacee. E’ possibile una proroga ma solo per le spedizione (quelle raccolte oltre il primo novembre sono infatti nulle). Chi ancora in possesso dei moduli contenenti adesioni antecedenti, si potranno inviare al Comitato Promotore non oltre il 5 novembre. Questo l’indirizzo per l’invio: Comitato Organizzatore Stop Vivisection, Viale Strasburgo 382,   90146 Palermo (ITALIA). Questo il LINK per un maggiore approfondimento.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati