stop vivisection
GEAPRESS – Si terrà mercoledì 26 novembre alle ore 11.00, presso il Parlamento Europeo a Strasburgo, la Conferenza stampa di presentazione di Stop Vivisection. L’iniziativa, che ha raccolto in breve tempo un numero considerevole di adesioni, ha come oggetto la tanto criticata Direttiva “vivisezione” approvata dal Parlamento Europeo nel settembre 2010. Provvedimento che si vorrebbe mandare a casa.

A darne comunicazione è il Comitato organizzatore che sottolinea come ben 1.170.326 firme sono state certificate dalle Autorità nazionali di tutti gli Stati membri dell’UE. “Queste firme – riporta la nota del Comitato organizzatore – testimoniano la forte volontà dei cittadini europei, e di molti dei loro dirigenti politici, di porre fine alla sperimentazione animale e di sostituirla con una ricerca biomedica che abbia base scientifica, al fine di affrontare con efficacia le urgenti necessità di tutela della salute umana, anche in relazione ai rischi derivanti dalle sostanze chimiche“.

Durante la conferenza stampa, i rappresentanti del comitato scientifico di Stop Vivisection spiegheranno il retroscena scientifico ed economico di questa Iniziativa dei Cittadini Europei di così grande successo. Verrà altresì affrontato il nodo dei problemi di salute che interessano tutti i cittadini.

Convocata dai membri del Parlamento Europeo Fabio Massimo Castaldo (M5S) e Michèle Rivasi (Verdi), la conferenza stampa presenterà alcuni documenti scientifici sulla questione della sperimentazione animale e l’urgenza di utilizzare metodi sostitutivi come la strategia di prove in sequenza, di gran lunga più affidabili e pertinenti per la specie umana, consentendo quindi l’avvio del progresso scientifico nella ricerca biomedica.

Saranno anche illustrati i prossimi traguardi di Stop Vivisection.

Congiuntamente all’iniziativa, che si terrà presso la sala conferenze stampa del Parlamento Europeo, avverrà la consegna alla Commissione Europea delle firme convalidate.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati