test cosmetico su coniglio
GEAPRESS – Due nuove linee guida da utilizzarsi in sostituzione della sperimentazione animale nel campo chimico e cosmetico. Così come comunicato dalla BUAV, la più antica associazione antivivisezionista inglese, sono stati formulati dall’OECD (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico). Tali test erano stati precedentemente approvati dal Centro europeo per la convalida dei metodi alternativi (ECVAM).

Il loro uso servirà a valutare se una certa sostanza chimica o cosmetica può causare un’allergia cutanea.

Secondo Katy Taylor, direttore del settore scentifico della BUAV “il team scientifico della nostra associazione ha lavorato intensamente in favore di queste alternative, fornendo un feedback utile per la formulazione delle stesse linee guida. Per questo siamo stati coinvolti nel gruppo di lavoro dell’OCSE e siamo lieti di annunciare che le nostre osservazioni hanno  migliorato le stesura finale delle Linne Guida“.

Chiediamo ora alla Commissione europea e all’European Chemicals Agency (ECHA)  – ha aggiunto Katy Taylor – di far valere sulle aziende la possibilità di utilizzare questi test. Chiediamo inoltre alla Commissione europea di aggiornare il testo giuridico del REACH e dell’ECHA, redigendo una Giuda su come questi test possono essere utilizzati per sostituire i protocolli di sperimentazione animale. Le aziende chimiche, infatti, stanno testando le loro sostanze in funzione della prossima scadenza imposta dal REACH; per questo è fondamentale intervenire subito.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati