GEAPRESS – Consegna avvenuta. Nella giornata di ieri la presidente dell’Associazione “Attivisti per i Diritti degli Animali di Pomezia” è stata avvisata direttamente da RTC.

Celeste De Cristofaro, presidente dell’Associazione, e il marito si sono subito diretti attrezzati di tutto punto in via Tito Speri, dove ha sede il Research Toxicology Centre. Trasportini e quanto necessario per il breve tragitto fino al luogo di stallo temporaneo. Entrati all’interno di RTC, gli addetti hanno provveduto alla consegna.

Otto beagle maschi, di circa undici mesi. Animali vivaci, come deve essere per la loro età. Solo uno, forse, un poco più timido degli altri. Cosa ben diversa dai 18 beagle di Sigma Tau che lo scorso novembre, quando venne chiuso lo stabulario di Pomezia, vennero consegnati agli stessi “Attivisti per i Diritti degli Animali di Pomezia”.

Un’attività molto discreta, quella degli attivisti. Quasi in sordina, senza fotografie e conferenze stampa. “La nostra attività è così – riferisce la signora Celeste De Cristofaro a GeaPress – Quando abbiamo saputo di Sigma Tau prendemmo subito contatti e da parte loro venne fornita la massima disponibilità“. In quel caso si trattò di cani di età diversa. Sei, otto e finanche dodici anni. Cani che a quanto pare avevano difficoltà a rapportarsi con l’erba. Cani che scattavano al minimo rumore, come un fruscio d’acqua.

Non è il caso degli otto beagle di RTC arrivati a Pomezia per conto della Menarini. Giovani e solo con una breve permanenza negli stabulari. A consigliare i dirigenti di RTC di consegnare i cani all’associazione di Pomezia, era stato Stefano Fuccelli, presidente del PAE. Una presenza in loco e già con una notevole esperienza. I cani sono stati consegnati da RTC già forniti, nella documentazione allegata, dei nominativi dei nuovi proprietari. A supervisionare il tutto, l’ASL territorialmente competente.

Oggi la nuova vita, ovvero i nuovi proprietari tutti scelti dagli attivisti. “Non riesco a pensare alla sorte che spettava a questi animali – aggiunge Celeste De Cristofaro – devono avere una vita dignitosa e vorrei sottolineare che, come già avviene per i cani della Sigma Tau, anche per questi verranno seguiti anche presso le famiglie che li hanno adottati. Ogni volta ci lasciamo il cuore – conclude la presidente di “Attivisti per i Diritti degli Animali” – ma è giusto così“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati