GEAPRESS – Potrebbe essere ancora questione di poco tempo per sapere la destinazione degli otto beagle arrivati a Pomezia (RM) per il Research Toxicology Centre del gruppo Menarini.

Le richieste di adozione che hanno fatto seguito all’annuncio diffuso della multinazionale (vedi articolo GeaPress) sono state centinaia. La Menarini avrebbe a tal proposito attivato un suo dirigente incaricato di fare da tramite tra il Consiglio di Amministrazione che ha deciso l’importante decisione ed i richiedenti.

Nessuna anticipazione sul luogo che sarà prescelto, anche se qualche indiscrezione è circolata. Di sicuro a farsi sentire sono molte realtà dell’animalismo italiano. Dalle più grandi alle più piccole. Tutte desiderose di avere almeno uno degli otto beagle.

Dove sono ora i cani? Molto probabilmente a Pomezia, visto che un comunicato del Ministero della Salute ha riferito come “il servizio veterinario della Asl locale ha verificato lo stato di salute degli animali e la conformità della documentazione“. Secondo indiscrezione pervenute, oggetto ancora di conferma, gli otto beagle potrebbero essere presso gli stessi stabilimenti di Pomezia in attesa, ovviamente, di essere dati in adozione.

Nello stesso comunicato del Ministero della Salute viene altresì rilevato come gli animali, essendo provenienti da un paese comunitario, non necessitano di autorizzazione all’introduzione da parte dell’autorità ministeriale. In altri termini, riferisce lo stesso Ministero, non si tratta di “importazione”. Solo in questo caso sarebbe invece scattato un “controllo diretto da parte del Ministero sugli animali attraverso gli uffici veterinari periferici del Ministro della Salute“.

Una procedura più semplificata così come previsto dalla normativa comunitaria vigente in materia di scambi. Nel primo comunicato che ha svelato l’arrivo degli otto beagle (vedi articolo GeaPress) veniva rilevato come il rifornirsi presso una ditta straniera poteva essere stato indotto dal fatto che l’allevamento di Green Hill, in provincia di Brescia, non ha più disponibilità di cani per via della nota vicenda giudiziaria in corso.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati