GEAPRESS – Movimenti insoliti all’aeroporto di Fiumicino. Così riferiva lo sconosciuto che lo scorso 21 febbraio si sarebbe messo in contatto con l’Associazione animalista Freccia45, attiva nel territorio di Lecco. In particolare veniva riferito dell’arrivo di numerose gabbie, insolite per Fiumicino.

Ognuna conteneva una scimmietta – ha riferito Susanna Chiesa, Presidente di FRECCIA 45 – Un centinaio di piccole scimmie che pesavano quanto un gatto”. Sempre in base a quanto dichiarato da Susanna Chiesa (nella foto a destra di Radio Bau & Co., nel corso della manifestazione di sabato scorso a Correzzana), si sarebbe così deciso di avvisare Paolo Berizzi, di Repubblica il quale, pochi giorni dopo, pubblicava l’articolo sull’arrivo degli animali a Correzzana (MB) presso i laboratori della Harlan.

Quasi contemporaneamente all’articolo di Repubblica, un annuncio, sebbene ancora da confermare, veniva fatto da 100% animalisti che nello scorso fine di gennaio avevano indetto una manifestazione proprio innanzi i cancelli della Harlan.

Le scimmie erano destinate ad essere vivisezionate – continua la Presidente di Freccia 45 in merito al contatto del 21 febbraio – e sarebbero giunte alla porte di Milano“.

Secondo Freccia 45, il Presidente della Harlan David Broken starebbe ora temporeggiando. In particolare non avrebbe ancora confermato di salvare i 104 macachi arrivati a Correzzana. Secondo quanto diffuso nei giorni scorsi dall’ex Ministro del Tursimo Brambilla, Broken aveva promesso che non sarebbero più arrivati primati a Correzzana. Questo nel corso di un colloquio telefonico. I due si sarebbero poi incontrati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati