cosmetici
GEAPRESS – Era uno dei due paesi, oltre ad Israele, che attendeva l’esito sul bando europeo dei test di sperimentazione dei prodotti cosmetici.  Anche l’India, ora, si aggiunge agli Stati che hanno vietato la sperimentazione animale in questo campo. Cosmetici e loro ingredienti.

Secondo la BUAV (British Union for the Abolition of Vivisection ) ad avere contribuito al buon esito di questa campagna è stata Maneka Gandhi, nota politica indiana, vegana. Non vi è ancora un annuncio ufficiale da parte del Governo indiano ma la notizia viene ormai data per certa. L’India sarà il primo paese asiatico ad avere bandito questi test.

Secondo le prime notizie circolate, riferisce sempre la BUAV, il  Bureau of Indian Standards avrebbe convenuto che in tema di cosmetici si dovrà ricorrere solo ai test alternativi, senza cioè uso di animali.

Michelle Thew, direttore di Cruelty Free International, spera ora che la decisione del Governo indiano venga presa ad esempio da altri paesi asiatici. “E’ giunto il momento – ha dichiarato Michelle Thew – di consegnare ai libri di storia la sperimentazione animale sui test cosmetici”. Analoghe pressioni, così come si era fatto per l’India, sono ora in corso nei confronti della Corea e della Cina ma si pensa anche  agli Stati Uniti. Un mercato enorme, secondo Cruelty Free International.

In Italia, quando nello scorso mese di marzo venne confermato il bando europeo, qualcuno commentò negativamente la notizia adducendo la fine della ricerca, esposizione a rischi per la salute e facile concorrenza da parte di altri paesi. Forse, ora, è venuta l’ora di iniziare a ricredersi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati