GEAPRESS – Il Dune Buggy è probabilmente riferito al noto film con Bud Spencer e Terence Hill “Altrimenti ci arrabbiamo”. Il nome del film coincide essere quello della campagna lanciata dal Coordinamento Fermare Green Hill affinchè il Senato della Repubblica approvi senza alcuna modifica le norme contenute nel ddl della Legge Comunitaria 2011. Si tratta, in particolare, dell’art.14 che dovrebbe portare alla chiusura dell’allevamento dei cani destinati alla sperimentazione animale che si trova a Montichiari (BS).

Noi siamo liberi, ma le vite dei nostri fratelli e sorelle sono ancora nelle mani del Senato“. In tal maniera è scritto in un cartello che appare vicino ai cinque cuccioli tolti all’allevamento di Green Hill.

Il video, riferisce il Coordinamento Fermare Green Hill, è a loro pervenuto in forma anonima. Gli attivisti tengono a precisare che i cani prelevati nel famoso allevamento dovrebbero essere tutti con microchip identificativo. Motivo per cui, dicono sempre gli attivisti, “massima attenzione“. In altri termini quel microchip è la prova di un “oggetto” che è stato rubato al suo proprietario.

Dove sono i cuccioli di Green Hill? “In qualsiasi posto, stanno sicuramente meglio rispetto a Green Hill.” Così ha dichiarato alla diretta di questo pomeriggio di SkyTG24 Piercarlo Paderno di Occupy Green Hill, nel corso della trasmissione condotta da Paola Saluzzi.

Decine di migliaia di persone, stanno chiedendo in queste ore la liberazione dei 12 arrestati nel corso della manifestazione di due giorni addietro. A scrivere al nostro Ministro della Giustizia, pure  Brigitte Bardot che ha diffuso tramite GeaPress un suo appello (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: