GEAPRESS – La Corte di Cassazione ha accolto oggi il ricorso presentato dal PM di Brescia dott. Ambrogio Cassiani, contro il provvedimento del Tribunale di Riesame che aveva annullato il sequestro preventivo sui cani di Green Hill. Di fatto il provvedimento del Tribunale del Riesame è stato cassato.

La questione, dunque, torna ora allo stesso Tribunale del Riesame che, stante le prime informazioni circolate presso la Corte di Cassazione, potrebbe avere interpretato non correttamente il diritto penale.

Ritengo tale decisione un grande successo – ha dichiarato a GeaPress l’Avvocato David Zanforlini, autore dell’esposto di Legambiente che ha portato al sequestro della struttura – Mi complimento con il Pubblico Ministero Cassiani, per l’impostazione del ricorso ancorchè l’argomento presentava vari e particolari aspetti da approfondire in maniera adeguata. Un ricorso – ha aggiunto l’avvocato Zanforlini – di sicura alta qualità“.

Il Tribunale del Riesame di Brescia dovrebbe ora tornare a ridiscutere sul sequestro preventivo dei cani di Green Hill.  Di fatto bisognerà attendere il nuovo pronunciamento, anche se il sequestro preventivo allora disposto dal GIP e tornato ad essere “virtualmente” presente.

Le motivazioni della Cassazione saranno rese note non prima di una settimana, forse dieci giorni. Per il Tribunale del Riesame, invece, bisognerà attendere all’incirca un mese.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati