GEAPRESS – Continua incessante la protesta, diretta alla chiusura dell’allevamento di Montichiari, Green Hill. Migliaia di cittadini, di tutta Italia, continuano instancabilmente a far sentire la loro voce a difesa di poveri animali, segregati dalla nascita e destinati alla sperimentazione. Diverse piazze italiane, come Roma, Brescia, Milano, Genova e Palermo, nella giornata di ieri, hanno infatti ospitato cortei, presidi, fiaccolate ed approntato, ad opera dei militanti, centri di raccolta firme contro Green Hill e contro la vivisezione.

La mobilitazione, inizialmente di pochi, coinvolge, oggi, larga parte della Nazione, raccogliendo, peraltro, consensi in tutto il mondo, come testimoniano le parallele iniziative di protesta oltre confine, nel tentativo di scuotere, come da qualche tempo succede, in modo esponenziale, coscienze ed opinione pubblica, specie a seguito degli episodi del 28 Aprile, in cui alcuni attivisti riuscirono a liberare diversi beagle dell’allevamento di Montichiari.

I manifestanti sono scesi in piazza agguerriti, dando seguito ad una battaglia irrinunciabile intrapresa da tempo. Nella volontà degli animalisti c’era il desiderio di lanciare, ancora una volta, un segnale oppositore, auspicando la cessazione in toto della sperimentazione animale e chiedendo, dunque, lo stop all’utilizzo di cavie da laboratorio.

A questo si aggiunge l’auspicio comune per l’approvazione in Senato dell’art. 14 della legge comunitaria 2011 così come approvato dalla Camera, il cui punto centrale consiste nel divieto di allevare, sul territorio nazionale, cani, gatti e primati destinati ai laboratori. L’approvazione dell’art. 14, dunque, potrebbe comportare, presumibilmente, la definitiva chiusura di Green Hill.

Gli emendamenti presentati all’art. 14 rimarranno congelati fino al 6 Giugno (vedi articolo GeaPress) termine in cui dovranno presentarsi gli emendamenti all’art. 25 (Giustizia), per i quali, il Senatore Filippo Berselli (PDL), Presidente della Commissione Giustizia, ha chiesto, alla XIV Commissione, un rinvio. Si bloccano, pertanto, le discussioni sull’art. 14, tenuto conto del fatto che le due votazioni, (art. 14 e art. 25), non potranno essere disgiunte.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: