GEAPRESS – Secondo la dott.ssa Gaetana Ferri, direttore generale della Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute, il centro di Green Hill risulta essere autorizzato dal Sindaco di Montichiari a seguito di accurata istruttoria. La revocata di tale autorizzazione, però, non può avvenire senza che sopravvengano gravi irregolarità, siano esse di natura gestionale o amministrativa. Secondo la dott. ssa Ferri, che ha così risposto ad una domanda del Senatore Lusi (gruppo Misto) nel corso delle audizioni in merito al disegno di legge sulla legge comunitaria 2011 (ddl 3129), tali condizioni non sono state minimamente riscontrate.

Finché le cose continueranno a perdurare in tal maniera ed alla luce dei non incoraggianti lavori che stanno riguardando lo stesso disegno di legge 3129 in atto presso la Commissione politiche europee del Senato, Green Hill avrebbe tutte le carte in regola per continuare a lavorare.

In effetti, secondo indiscrezioni pervenute nei giorni scorsi a GeaPress (vedi articolo GeaPress) sarebbe molto probabile che il PM incaricato richieda al GIP l’archiviazione delle ipotesi di reato di cui al maltrattamento di animali. Circa le irregolarità di natura amministrativa (da addebitarsi probabilmente agli organi tecnici di controllo) un organo di informazione di Brescia ha nei giorni scorsi diffuso la notizia che il Magistrato potrebbe decidere per uno stralcio dell’inchiesta. Cadrebbe, quindi, il maltrattamento ma andrebbero avanti le ipotesi di altri reati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati