GEAPRESS – Dovrebbe essere discusso il prossimo 21 febbraio, presso la Corte di Cassazione a Roma, il ricorso presentato dai legali di Green Hill, avverso il sequestro probatorio che ricade ancora sui cani del noto allevamento di Montichiari (BS). Come è noto i beagle vennero sequestrati questa estate nel corso dell’intervento del Corpo Forestale dello Stato e della Digos su disposizione della Procura della Repubblica di Brescia.

I cani sono tutt’ora affidati a Legambiente e LAV. Le due associazioni, come è noto, hanno poi consegnato i beagle a numerosi affidatari con i quali è stato sottoscritto un accordo. Quello che si andrà a discutere a breve a Roma, è pertanto un ricorso dai risvolti potenzialmente inquietanti. Ad ogni modo,  nell’ipotesi di vittoria da parte dei legali dell’allevamento, i soggetti sui quali potrebbero prioritariamente rivalersi non sono gli affidatari dei cani, bensì proprio LAV e Legambiente.

Non si fermano, però, neanche i lavori preparatori del processo che sarà intentato agli imputati di Green Hill. Secondo indiscrezioni raccolte in Procura, c’è la volontà a svolgerlo in tempo brevi. L’accusa potrebbe avere già nominato un nuovo consulente Medico Veterinario, mentre LAV e Legambiente avrebbero richiesto la consulenza del dott. André Ménache. A confermarlo a GeaPress è l’Avvocato David Zanforlini, legale di Legambiente al quale si deve l’esposto che ha portato al sequestro dell’allevamento. Zanforlini, infatti, è anche l’avvocato difensore di una delle persone arrestate a seguito dei fatti occorsi il 28 aprile 2012 durante una manifestazione animalista. Proprio dalle indagini difensive avviate dall’avvocato Zanforlini sono nati i presupposti per l’esposto di Legambiente al quale si è poi aggiunto quello della LAV. Per i manifestanti arrestati il 28 aprile ed accusati di vari reati,  sarebbe invece già stata fissata l’udienza preliminare al prossimo 19 febbraio.

Ritornando a Ménache, va sottolienato che trattasi di un professionista di fama mondiale. Nato in Belgio ma residente a Londra è un Medico Veterinario con oltre trenta anni di attività in Israele, Gran Bretagna e Sud Africa. Una voce critica ed autorevole in tema di sperimentazione animale. Di sicuro una scelta opportuna.

Come sopra accennato non è stata ancora fissata la data del processo per gli imputati di Green Hill che però, stante indiscrezioni, dovrebbe avvenire in tarda primavera o al massimo inizio estate. Intanto, già dal prossimo mese di febbraio, si avranno novità, per i denunciati del 28 aprile e per i cani. Ricordiamo che il PM Cassiani, è titolare di entrambi i procedimenti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati