GEAPRESS – 89 anni e sempre sulla breccia dei diritti degli animali. Bob Barker, il più famoso conduttore di quiz televisivi, e non solo, della storia televisiva statunitense, sta rendendo possibile in Louisiana l’apertura di un centro di accoglienza per scimpanzé sieropositivi. Sono gli scampati alla sperimentazione dell’uomo, quella che avrebbe dovuto portare ad un vaccino. Ovvero, a sentire le critiche degli animalisti, una delle più evidenti dimostrazioni di come sia inutile il “modello” animale. Il Centro sorgerà vicino Shreveport, nel nord ovest della Louisiana. La nuova area di accoglienza sarà resa possibile grazie a una donazione di 380.000 dollari.

Pierre, Flick, Doc, JoJo e Murphy, questi i nomi dei cinque scimpanzé, provengono da un rifugio del Texas in difficoltà economiche. La loro particolare malattia, però, ha creato seri problemi di collocazione, ora risolti grazie all’intervento di Bob Barker. Il presentatore americano è molto noto negli USA per avere aderito a numerose campagne di sensibilizzazione in favore degli animali.

Non è un caso che la nave di Sea Shepherd che lo scorso marzo ha intercettato e messo in fuga le baleniere giapponesi (vedi articolo GeaPress) porti proprio il nome di Bob Barker. Commovente, poi, il nome della Fondazione DJ&T, da lui fondata nel 1994 e tramite la quale ha cospicuamente contribuito alla sterilizzazione di tanti randagi. DJ&T è stata infatti voluta in onore della moglie Dorothy Jo Gideon, morta nel 1981.

Grazie a Barker i cinque scimpanzé, potranno ora affrontare più serenamente la malattia, indotta dall’uomo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati