GEAPRESS – Una azienda misteriosa che neanche la potente Striscia La Notizia vuole  citare. Certo che a Pomezia non ve ne sono poi tantissime. Di certo un paio di clienti di Green Hill, almeno negli ultimi anni. Cani in piccoli vani ed utilizzati più volte. Quei box così piccoli (vedi Video Striscia) si potevano comunque realizzare ovunque.

Il filmato diventerà ora oggetto di un esposto denuncia. Il Partito Animalista Europeo, infatti, ha già conferito mandato al proprio legale, Avv. Donatella Buscaino, di presentare un esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri. All’Autorità Giudiziaria il compito di ravvisare eventuali reati.

Condizioni di detenzione giudicate dal PAE come inaccettabili ma che potrebbero non necessariamente violare i parametri previsti in Italia. Le dimensioni degli stabulari, nel nostro paese, sono veramente degne del paese di lilliput.  A riepilogarle ci pensa lo stesso PAE:  box di circa 1 mq (metro-quadrato), solitudine senza apparente apertura sull’esterno o luce solare. Stante così le cose, i cani non respirerebbero mai aria fresca e l’unica luce che sono costretti a vedere è quella dei neon. I box dove sono tenuti i cani, apparivano nel filmato del tutto spogli e, come documentano benissimo le immagini di Striscia la Notizia, gli animali non hanno libero accesso ad acqua e cibo. Ma vi è di più. L’infiltrato del tg satirico ha chiesto ad un dipendente della struttura di poter adottare il cane ricevendo una risposta negativa. Il dipendente, infatti, ha riferito che l’animale serve ancora alla struttura per una ” lunga sperimentazione ” .

Anche questo, pertanto, dovrà passare la vaglio del Magistrato visto che secondo il PAE, tale pratica sarebbe vietata dalla legge in vigore. In altri termini un animale non potrebbe essere utilizzato più di una volta. L’auspicio del PAE è che la struttura venga sottoposta a sequestro preventivo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati