GEAPRESS – Nuova giustificazione di chi ha votato a favore della Direttiva vivisezione. Questa volta è l’Europarlamentare Vincenzo Iovine (ex IdV – Gruppo ALDE). Lui (vedi commento sotto) interviene per scongiurare la disinformazione, portando però un testo che ricorda (ma è solo una apparenza ingannevole) un taglia e cuci delle precisazioni della LAV che ha chiamato in ballo il network Agire Ora, ed il comunicato-giustificazione dell’Onorevole Paolo De Castro (vedi articolo GeaPress) che ha a sua volta chiamato in ballo il parere favorevole (fatto purtroppo vero) di chi fa lobby animalista al Parlamento europeo. L’Onorevole Iovine, precisando che lui ha i meriti “di aver posto un serio freno modificando una legislazione in materia aberrante e vecchia di oltre venti anni”, ricorda anche che in Commissione Agricoltura la proposta di Direttiva poi votata lo scorso otto settembre, è passata con 28 favorevoli e nessuno contrario. Se così fosse, anche con quello dei Verdi come già aveva fatto capire nella sua giustificazione l’Onorevole Arlacchi (vedi articolo GeaPress).

Dunque, ancora nessuna smentita per quanto dichiarato dall’ On.le Sonia Alfano nell’intervista rilasciata a GeaPress (vedi articolo). Tra i punti sollevati da Sonia Alfano anche il fatto scandaloso che in Commissione Agricoltura siano stati presentati appena tre emendamenti, tutti dei Verdi, e neanche poi tanto migliorativi. Ma a chi interessava veramente questa Direttiva? (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

L’On.le Vincenzo Iovine, scrive:

A seguito delle immancabili mail di accusa nei confronti degli europarlamentari, riteniamo necessario che i nostri lettori abbiano assoluta conoscenza dell’iter relativo alla nuova direttiva europea riguardo i test sugli animali per esperimenti scientifici.
Tutto ciò al fine di scongiurare una disinformazione con conseguenti accuse gratuite a chi, invece, ritiene di aver posto un serio freno modificando una legislazione in materia aberrante e vecchia di oltre venti anni.
Molto resta ancora da fare e questo è sicuramente un primo passo che riteniamo non essere ancora sufficiente. Questa direttiva non è, in alcun modo, un passo indietro ma un miglioramento rispetto al passato.
Di seguito il link completo ed assolutamente imparziale di” AGIRE ORA. Per gli animali”.
Oppure, a dimostrazione del passo in avanti compiuto con l’approvazione di questa legislazione, vi rimandiamo al link della maggiore organizzazione animalista europea EUROGROUP FOR ANIMALS (che riunisce tutte le associazioni europee, tra cui anche l’italiana LAV) che si è espressa in favore di questo testo.
Potete leggere la loro posizione sul sito in cui si spiega che questo testo approvato è migliore di quello precedente del 1986 e ora tocca ai Paesi membri recepirlo nel miglior modo possibile.
Al margine di questo comunicato, ci preme rendere noto come questo stesso testo legislativo è stato licenziato, in data 13 Luglio 2010, dalla commissione Agricoltura con 28 voti favorevoli e nessuno contrario. Un largo consenso che giustifica, ampiamente, la scelta di non rimandare indietro, nuovamente in commissione Agricoltura, il medesimo testo.
Infine, presentiamo l’ espressione di voto dell’ On. Vincenzo Iovine che non ha votato il primo emendamento al testo presentato, e ha espresso voto contrario nei confronti degli altri due.

Francolise 10 Settembre 2010