cosmetici
GEAPRESS – Non possono essere commercializzati anche se provenienti da paesi non IE.

Si tratta del prodotti cosmetici testati sugli animali che, così come sancito dalla Corte di Giustizia Europea, non avranno accesso in Europea anche nelle eccezioni di produzione in paesi extracomunitari.

Per la presidente nazionale dell’ENPA, Carla Rocchi, tale pronunciamento ha “il grandissimo pregio di chiarire, una volta per tutte, che la normativa europea in materia non si presta ad essere “stiracchiata” in funzione degli interessi economici di questo o quel produttore”.

Il divieto di testare ingredienti cosmetici sugli animali – ha giunto Rocchi – è, dunque, un divieto perentorio e non può essere aggirato con il pretesto che tali esperimenti vengano condotti perché richiesti dalla normative di mercato di Paesi Terzi. Ciò che è lecito a Pechino o Tokyo, non lo è a Bruxelles. E’ possibile purtroppo che in futuro torni ad esserlo a Londra. Ironia della sorte – conclude Rocchi – il caso è stato sollevato proprio nell’Inghilterra della Brexit, che, come denunciammo a suo tempo, in materia di tutela e protezione degli animali rischia di fare un pericoloso dietrofront”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati