GEAPRESS – Sono scesi poco dopo le 11.00 i cinque attivisti del Coordinamento Fermare Green Hill. Un applauso scrosciante dei tanti manfestanti accorsi a Montichiari (BS) li ha accolti in un clima di assoluta tranquillità, anche con le Forze dell’Ordine. Sono stati identificati e lasciati andare. Del resto le loro facce erano state, da loro stessi, filmate e fotografate.

Molto forte il freddo di stanotte. A peggiorare le cose anche il vento, gelido. A patirlo non sono stati i cinque manifestanti saliti ieri all’alba sul tetto del capannone numero uno, quello che detiene i cani pronti a partire per i laboratori di mezza Europa. Loro erano attrezzati di tutto punto. Ieri pomeriggio, però, è di fatto rimasto isolato il presidio di circa dieci attivisti innanzi i cancelli di Green Hill. Gli unici momenti di tensione si sono avuti quando dal ben più nutrito gruppo di animalisti (circa un centinaio) che stazionava alla base della collina, si è tentato di portare cibo, acqua e coperte. Inizialmente è stato impedito, poi il buon senso ha prevalso. Giù, al presidio, c’era gente di tutti i tipi. Organizzati in qualche maniera per la notte. Chi si era portato la sdraio ed i lumini con l’immagine di San Pio. Altri con i più prosaici bicchieri da pizzeria, per tenere accesa la flebile fiammella ove avvicinare le mani per scaldarsi. Poi ci si pensa un attimo e ci si ricorda che quella era la veglia per i cani, passata quasi in secondo piano dopo l’eclatante azione dei cinque attivisti del Coordinamento Fermare Green Hill. A scaldarsi, però, c’erano anche pentoloni di tè caldo, e poi del mangiare. Panini, qualche confettura. Una notte da non scordare, tutti uniti per i cani di Green Hill.

Tutti infreddoliti ma tenacemente presenti, tra pentoloni di té caldo e qualche panino. La temperatura continuava scendere. A Montichiari stamani c’erano appena otto gradi e poi il vento. Polizia e Carabinieri di tanto in tanto si facevano vedere. Tutto molto tranquillo. Tutti con il pensiero ai cinque.

In effetti non abbiamo avuto grossi problemi – dichiarano a GeaPress poco dopo essere scesi dal capannone di Green Hill – Ovviamente non abbiamo dormito, praticamente impossibile con i tetti spioventi, ma è andata bene – aggiungono felici – Abbiamo ottenuto quello che volevamo, riportare l’attenzione sull’allevamento di Montichiari, sulla vivisezione, sulle promesse non mantenute dai politici, del tutto assenti anche in questo caso. Non eravano saliti per attirare l’attenzione dei politici – aggiunge un’altro componente del gruppo – ma sarebbe stato significativo. Lo abbiamo fatto per scuotere le coscienze e trovare una soluzione pratica“.

Soluzione che, secondo il Coordinamento Fermare Green Hill, non può che passare dal Sindaco di Montichiari Elena Zanola, che potrebbe ritirare le autorizzazioni, e dalla Regione Lombardia che ha disatteso ogni speranza di cambiamento pur essendoci una legge regionale che impedirebbe un allevamento di quelle dimensioni.

Non possiamo esserne certi dal momento in cui non avevamo una visuale perfetta – aggiungono all’unisono i cinque manifestanti – ma ci è sembrato che per tutto il tempo che siamo stati sul tetto, i capannoni non siano stati mai aperti. Gli operai sono stati tenuti fuori dall’azienda, ma potevano entrare e badare ai cani. Anche per questo abbiamo deciso di scendere da quel tetto. Abbiamo ottenuto quello che volevamo“.

Secondo indiscrezionati apprese da fonti inquirenti la direzione della multinazionale americana, potrebbe valutare la possibilità di denunciare i cinque per violazione di proprietà privata, interruzione di servizio e danneggiamento. Anche se, tra gli stessi inquirenti, si dice a denti stretti che nessuno ha impedito agli operai di entrare, e nessuno, comunque, avrebbe toccato niente. Si vedrà. Ed intanto Green Hill è andata la TG1 …., nel senso che un servizio di Roberta Badaloni ha dedicato lo spazio che questa vicenda meritava (vedi video Rai).

Dal Coordinamento Fermare Green Hill promettono: non ci fermiamo e ci rivedremo a breve. Green Hill chiuderà. 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI ARTICOLI PRECEDENTI:

Green Hill: in diretta dal capannone numero uno – tutti i video del giorno

Sui tetti di Green Hill (video e foto)

Montichiari (BS): attivisti sul tetto bloccano l’allevamento Green Hill

VEDI FOTOGALLERY: