ricardo tripoli
GEAPRESS – Ascolta i Led Zeppelin, i Beatles e Carlos Santana. L’avvocato Ricardo Tripoli, deputato eletto a San Paolo nelle file del Partito Social Democratico Brasiliano, si definisce  ambientalista ed è disposto ad andare fino alle estreme conseguenze pur di non mollare i due beagle ritrovati nel quartiere Carmelo di São Roque. E’ quasi certo che i due animali appartengano al gruppo  di 178 che sono stati prelevati venerdì mattina negli stabulari del Royal Institute. La Montichiari del Brasile, hanno riferito i giornali brasiliani, ovvero, per loro, sinonimo di Green Hill.

Se il Tribunale dovesse decidere per le restituzione, l’avvocato Tripoli ricorrerà in appello. I due beagle, entrambi femmine, hanno intanto preso il nome delle figlie del Deputato: Bianca e Giovanna.

L’incontro con loro è avvenuto sabato mentre il Deputato al Parlamento federale brasiliano  accompagnava uno dei ragazzi rimasti feriti nel corso della manifestazione animalista che ha fatto seguito di poche ore alla liberazione dei cani. Subito la visita dal veterinario e poi nell’ufficio del Parlamentare. Nello stesso giorno il Deputato si è recato presso l’ufficio della Polizia facendo richiesta di essere nominato custode. Un fatto, questo, che sembra avere lasciato sorpresi i responsabili della struttura divenuta oggetto dell’irruzione animalista.
Le due cagnoline, intanto, seguono il Deputato in ufficio, mentre di notte si trasferiscono presso la casa dello stesso. L’età delle cagnette dovrebbe essere compresa fra i sei e gli otto anni. Sembra, però, che non siano state utilizzate come fattirci.

Commovente quanto dichiarato dallo stesso Deputato appena ha portato le due cagnette nel giardino. Non avevano mai visto l’erba ed avevano difficoltà a calpestarla.

Si vedrà ora sulla posizione prettamente giudiziaria dei due cani. La polizia, nei giorni scorsi, aveva fatto sapere che oltre al reato di furto, sarebbe stato possibile contestare ai semplici detentori quello di ricettazione. Oggi, invece, al Parlamento brasiliano, si sarebbe istituita una Commissione con lo scopo di verificare le accuse di presunto maltrattamento rivolte all’Istituto in questione.

Venerdì scorso, ad essere stati liberati, sono stati anche alcune decine di conigli e due gatti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati