cucciolo guardie
GEAPRESS – Ancora cuccioli ritrovati nel cassonetto. Dopo quelli rinvenuti dai volontari OIPA di Agrigento (vedi articolo GeaPress) è ora la volta della città di Trapani.

Ad intervenire sono state le Guardie Zoofile dell’OIPA che hanno a sua volta risposto ad una richiesta di aiuto della Polizia Municipale. Una vigilessa, infatti, facendo seguito ad una chiamata pervenuta dalla Polizia Municipale di Paceco (TP) aveva trovato in un cassonetto, quattro cuccioli di circa 12 giorni di vita.

Subito si è palesato il problema di dove portare i piccoli animali. Il primo suggerimento delle Guardie è stato quello di tenerli al caldo, in attesa del prelievo che è avvenuto poche ore dopo presso lo stesso Comando della Polizia Municipale di Paceco. Trasferiti i piccoli animali presso la sede delle Guardie, è così iniziato un impegno che terrà impegnati ancora per parecchio tempo i volontari.

I cuccioli – riferisce a GeaPress Danilo Catania, Coordinatore delle Guardie Eco-zoofile OIPA di Trapani – sono stati da noi prelevati domenica mattina. Da allora, ogni tre ore, i nostri volontari si alternano con i biberon. Considerata l’età dei cagnolini, non si può fare altrimenti. Fino ad oggi stanno benissimo, anche se i cagnolini sono in una età molto delicata“.

Purtroppo secondo un uso ancora presente soprattutto nella aree rurali, molte cucciolate padronali finiscono ancora nel cassonetto.

E’ facile gettare dei cuccioli in un cassonetto – ha aggiunto il coordinatore delle Guardie OIPA – ma desidero ricordare che si tratta di una condotta sanzionata da uno specifico reato. Sono inoltre del parere che chi getta nel cassonetto un cucciolo indifeso,  potrebbe gettare anche un cucciolo di umano“.

Il territorio di Trapani, secondo l’OIPA, è pieno di cuccioli. Già nei giorni scorsi ne erano stati salvati altri, di diversa età. Le forze  dei volontari sono, peerò, ormai al collasso. La richiesta è pertanto quella di di sterilizzare gli amici a 4 zampe, in modo da evitare la crescita del randagismo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati