GEAPRESS – Il canile municipale di Trapani sta scoppiando e ad essere occupato da alcuni cuccioli e finanche il bagno. Secondo quanto appurato stamani da Enrico Rizzi, Coordinatore Nazionale del PAE candidato per le prossime comunali nel partito del Presidente della Camera, la situazione sarebbe grave.

Questa mattina mi sono recato al canile chiamato da alcuni cittadini – ha dichiarato Rizzi – perché alcuni cuccioli sono stati chiusi addirittura all’interno del bagno, vista la mancanza di box liberi. Spero che si intervenga il prima possibile – ha aggiunto Rizzi – per riportare civiltà all’interno di quella struttura“.

Rizzi si scaglia ora contro il Sindaco di Trapani ricordandogli che la piaga del randagismo non si risolve intasando la struttura. A Trapani, ha riferito il candidato animalista, verrebbero eseguiti accalappiamenti di cani assolutamente innocui con il risultato che la struttura comunale adibita a canile versa in una situazione vergognosa e inaccettabile.

Per Rizzi ci sarebbe subito bisogno di un serio programma di intervento che ponga al centro della sua attenzione assicurare ai randagi condizioni di vita più dignitose, incentivando le sterilizzazioni ed effettuando campagne di adozioni patrocinate dal Comune. La Polizia Municipale dovrebbe poi effettuare dei controlli sulla documentazione dei cani padronali, tutte azioni che, sempre secondo Rizzi “l’attuale amministrazione non mi risulta abbia mai fatto nel corso di questi dieci anni”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati