ugdino
GEAPRESS – Ugdino non c’è più. La Clinica Veterinaria dove i volontari dell’Ugda avevano ricoverato il povero cagnolino, ha comunicato oggi la triste notizia.

La situazione particolarmente grave nella quale si trovava Ugdino non ha lasciato scampo. Su di lui si erano particolarmente concentrate le attenzioni dei volontari. Subito dopo il sequestro del canile convenzionato che si trova nel territorio comunale di Trani (BT), Ugdino era stato portato via. Era fin troppo evidente che aveva bisogno di cure urgenti e particolari. Spellato fino all’estremità distale degli arti posteriori ed una orrenda “voragine” … altrove.

Il sospetto dei volontari è che quel povero cane sia stato aggredito da altri randagi detenuti nella struttura ora sotto sequestro grazie all’intervento del NAS dei Carabinieri e della Task Force del Ministero della Salute.

Lascia l’amaro in bocca la vicenda di Ugdino perché era diventato quasi un simbolo delle 600 storie di quel canile. Tanti sono i cani sequestrati ed affidati in custodia alla Lega Nazionale per la Difesa del Cane ed UGDA.  Una perdita che però non deve scoraggiare. Ne varrebbe la vita degli altri cani di Trani assistiti grazie allo sforzo eroico dei volontari. Vanno assolutamente aiutati.

GEAPRESS ha accolto l’invito delle presidenti delle due associazioni Piera Rosati e Paola Suà a farsi promotore di una raccolta fondi. Tante e gravi le situazioni emergenziali al pari di Ugdino. Questa la  PAGINA PER LE DONAZIONI

Ora più che mai non facciamo mancare il nostro sostegno.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati