GEAPRESS – Tragico pomeriggio, lo scorso giovedì, in via Bologna, nei pressi del Parco della Croce Rossa a Torino. A rimetterci la vita una gattina salita su un alto albero vicino l’ex ferrovia Noto. Sul luogo si raduna una piccola folla. Intervengono pure la Polizia Municipale e i Vigili del Fuoco. Poi i volontari di più Associazioni torinesi, specializzati nell’assistenza dei gatti randagi. La gattina, terrorizzata, da quell’albero proprio non vuole scendere.

Ai Vigili del Fuoco viene suggerito di attivare la scala portandola più in alto rispetto al punto dove la povera micia si è fermata. In tal maniera, sarà spronata a scendere. Ed invece, stante il racconto dei volontari, il caposquadra avrebbe incredibilmente attivato l’idrante. I violenti getti d’acqua hanno così catapultato in terra la povera gatta. Subito la corsa del Veterinario. Neanche un’ora e mezza dopo, però, era deceduta.

Secondo il referto si erano avute gravi lesioni agli organi interni. Gravi traumi anche al bacino. Il dolore a livello addominale, riferisce il referto, era evidente e notevole. Perdita di sangue dalla bocca e dalla vulva. Respirazione a bocca aperta. Un arresto cardiaco ha posto fine alle sofferenze.

Sui Vigili del Fuoco piovono ora le inevitabili polemiche. C’è chi è riuscito a prendere il numero di targa del mezzo, a quanto pare subito allontanatosi dopo l’accaduto. Una prima denuncia, sarebbe già stata presentata alla Questura di Torino.

Una eccezione – riferisce Sandra, una delle volontarie intervenute che ha raccontato a GeaPress quel drammatico pomeriggio – non bisogna generalizzare con tutti i Vigili del Fuoco, ma è giusto che chi ha sbagliato paghi“.

Di certo, in molti, si ricorderanno di quella incredibile scena ed il tonfo della povera micetta. In ambulatorio è arrivata tutta bagnata e, tra gli altri guai, con un pneumotorace con contusioni polmonari. “Forse – aggiunge Sandra – la piccola Memole [n.d.r. questo il nome della gattina] era meglio che restava su quell’albero“.

Non è stato possibile reperire ulteriori informazione dal Comando dei Vigili del Fuoco. Ovviamente siamo a disposizione per ogni replica ritenuta necessaria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati