gea III
GEAPRESS – Otto piccoli cuccioli sono tanti. Più la mamma ed il cucciolo scampato agli avvelenamenti della precedente cucciolata. La sfida dei volontari è di riuscire a portarli tutti in adozione, ma senza aiuto le cose si mettono male.

L’appello, raccolto dal Coordinamento per la Difesa del Randagio, arriva da Piazza Armerina (EN) dove, dopo non poche difficoltà, i volontari sono riusciti a salvare mamma Rea ed i suoi cuccioli dalla discarica. Erano lì da chissa quanto tempo ma appena i volontari sono stati avvisati della loro presenza, parte del dramma  si era già consumato. Della precedente cucciolata, infatti, era rimasto solo Angel, il cucciolo di otto mesi. Degli altri, uno è certamente morto avvelenato, mentre nulla si è saputo della restante parte.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, perchè di randagi a cui badare ve ne sono già tanti.

Stiamo dando il massimo – riferisce Swan Marella, volontaria del posto – ma otto piccoli cuccioli più la cagna ed Angel sono veramente troppo. Non sono i soli ai quali badiamo e il loro arrivo rischia di bloccare tutto. Vogliamo invece portarli tutti in adozione e per questo ci appellimo ai lettori di GeaPress: per favore non lasciateci soli“.

Per chi volesse rispondere all’appello dei volontari questa la PAGINA DELLE DONAZIONI. Basta seguire le semplici istruzioni. I volontari faranno poi pervenire tutte le notizie sulla felice (si spera) soluzione del caso.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati