GEAPRESS – Tra le vittime dell’incendio che ha distrutto il campo nomadi di via Morselli a Roma, causando la tragica morte di un bimbo ed il grave ferimento del fratellino, vi sono anche numerosi cani e gatti che vivevano nella comunità rom. Sul posto, tra i soccorritori, si sono subito recati i volontari dell’Associazione Volontari Canile di Porta Portese i quali hanno provveduto a ricoverare i numerosi animali presso la struttura della Muratella.

I primi ad essere trovati nel campo che le fiamme stavano distruggendo, sono stati un cucciolo di gatto e tre di cane, oltre ad un cane adulto. Particolarmente impegnativo il recupero di un altro cucciolo ed un secondo cane adulto. Infine sono stati tutti portati al canile dove nel frattempo il gattino ed uno dei primi cuccioli erano stati adottati.

A seguire si sono aggiunti un altro cane adulto ed un cucciolo, trovati tra i resti del campo incendiato. Per fortuna non vi erano altri animali e l’emergenza, almeno per le fasi di recupero, sembra per gli animali essere finita. Per questo, superata la prima fase d’emergenza, l’Associazione Volontari Canile di Porta Portese lancia un invito all’adozione.

I cittadini possono recarsi al canile in via della Magliana 856, dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 17. Nella struttura della Muratella entrano in media 7 animali al giorno e il rischio sovraffollamento è sempre in agguato. Dal 1 giugno 2010 al 27 agosto 2010, sono già entrati 577 animali abbandonati.(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).