canile rumeno
GEAPRESS – L’unica cosa che parrebbe essere certa è che nel canile di Breasta, nei pressi della città rumena di Craiova, è avvenuta la soppressione di centinaia di cani. Per il resto, su quella orrenda chiazza di sangue che ha indignato in varie parti d’Europa (vedi articolo GeaPress), poco è dato sapersi.

Secondo il responsabile della struttura, intervistato da una tv locale, non si tratta delle tracce di cani barbaramente uccisi. Un cane impigliato per una zampa sarebbe rimasto ferito. Alcuni operai, però, avrebbero riferito di un litigio tra cani.

Le associazioni animaliste rumene, subito accorse nei luoghi, non hanno ottenuto più di tanto. Numerosi cani, con marca auricolare verde, che attendono la loro ora. Alcuni volontari si soffermano nei pressi delle gabbie, dando delle carezze ai poveri cani. Di più, però, non si può fare.

Secondo Save The Dogs resta il fatto che nessuno può sapere come i poveri animali vengono soppressi e la legge rumena non consente alle associazioni di assistere alle “eutanasie”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati