romania save the dogs
GEAPRESS – L’eurodeputato PD Andrea Zanoni, vice presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo, ha sottoscritto una lettera insieme a ben 211 fra associazioni e cittadini europei indirizzata al Commissario Ue Tonio Borg per proporre una soluzione alle violenze ai randagi in Romania. Secondo quanto affermato dallo stesso Zanoni “la lettera dimostra chiaramente che la Commissione europea ha la competenza giuridica per intervenire nelle crudeltà in corso rivolte alla popolazione canina in Romania”.

Questo perchè, al fine di potersi qualificare per il co-finanziamento dell’UE, il diritto comunitario prevede la scelta di politiche efficaci. “Al di là della condanna morale che abbiamo più volte rivolte a Bucarest – ha aggiunto Zanoni – secondo l’unanime opinione di esperti a livello mondiale, il “cattura e uccidi” messo in pratica in Romania non costituisce assolutamente una politica efficace“. In altri termini  fino a quando questa strategia verrà mantenuta, il programma rumeno di eradicazione della rabbia non sarebbe legalmente ammissibile al co-finanziamento da parte del Fondo di garanzia dell’UE.

Qualsiasi continuazione del co-finanziamento di una politica inefficace – ha dichiarato Zanoni – costituirebbe una violazione non solo del diritto dell’Unione, ma una violazione flagrante contro i valori europei”. Per questo, nello scorso dicembre, Zanoni si era personalmente recato in Romania  per fare il punto della situazione e chiedere alle autorità locali un preciso impegno nell’ adottare misure non violente di gestione del randagismo.

Nella lettera si legge anche che l’onere della prova è della Commissione quando afferma che la Romania non utilizza fondi comunitari concessi nel quadro di altri programmi, direttamente o indirettamente, per finanziare su vasta scala attività di gestione della popolazione canina arricchendo imprenditori privati che operano come appaltatori per le amministrazioni locali committenti.

La lettera, inviata in copia alla Corte dei conti europea, all’Intergruppo sul Benessere e la Conservazione degli Animali del PE e al Direttore del settore G della DG SANCO “Affari veterinari e internazionali”, Bernard Van Goethem, è stata sottoscritta da: Teresa Rizzo, Presidente, Associazione razza bastarda onlus, Alessandro Di Rienzo, Presidente, Coordinamento Antispecista, Carla Rocchi, Presidente, ENPA Ente Nazionale Protezione Animali, Massimo Pradella, Chairman, International Organization for Animal Protection (OIPA), Gianluca Felicetti, Presidente, LAV, Gian Marco Prampolini, Presidente, Leal Lega Antivivisezionista Onlus, Piera Rosati, Presidente, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Massimo Comparotto, Presidente, OIPA Italia (Organizzazione Internazionale Protezione Animali), Solveig Boccatius, Rifugio-Canalba, Sara Turetta, Presidente, Save the Dogs and Other Animals.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati