brigitte bardot
GEAPRESS – Intervento di Brigitte Bardot dopo che il Presidente rumeno Traian Basescu ha annunciato l’intenzione di voler fare uccidere i cani randagi (vedi articolo GeaPress). Tale dichiarazione, come è noto, ha fatto seguito ai tragici fatti di Bucarest, dove un bimbo di quattro anni ha perso la vita aggredito dai cani (vedi articolo GeaPress ).

Brigitte Bardot, dopo avere espresso le condoglianze alla famiglia del piccolo, si è rivolta direttamente al Presidente Basescu, dichiarandosi scioccata nell’avere appreso della “vendetta” che si starebbe programmando. Un fatto che sarebbe in contrasto con le leggi e gli usi dei paesi membri dell’Unione Europea.

Per Brigitte Bardot la decisione suonerebbe più come una sanguinosa chiamata non confacente ad una personalità politica che dovrebbe prendere le proprie decisioni con serenità e non, invece, con fare di chi cerca facili consensi.

La Fondazione presieduta dalla Bardot è da tempo impegnata in Romania, in difesa dei cani randagi. Una situazione, quella dei cani di strada rumeni, che è purtroppo il frutto di decisioni crudeli e frettolose. Scelte che non solo non hanno risolto il problema, ma rischiano anche di inficiare i buoni risultati che si sono avuti dove le associazioni, senza alcun aiuto pubblico, sono intervenute.

Sterilizzazioni ed adozioni. Queste le strade da percorrere per integrare nella comunità i cani. “Loro – ha scritto Brigitte Bardot al Presidente rumeno – sono stati gettati in strada dai suoi predecessori“.

Brigitte Bardot si è appellata al buon senso ed al partito di maggioranza affinchè venga approvata una legge che soddisfi i requisiti dell’Unione Europea dove la Romania fa parte  dal 2007. “Mi sento di doverlo ricordare” ha concluso la sua lettera Brigitte Bardot.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati