GEAPRESS – E’ un labrador, adottato dal canile di Montefiascone, vive al quarto piano e soffre di una grave displasia aggravata da un’artrosi. Ha difficoltà a salire e scendere le scale, ma per lui l’ascensore è vietato.
Ora si aspetta il pronunciamento del Giudice di Pace.
Agli abitanti della palazzina in zona Villa Bonelli, non è dato sapere di più, ricordiamo che, sebbene gli amici umani del labrador in questione siano affittuari, hanno gli stessi diritti dei proprietari; con l’affitto, se non espressamente vietato dal contratto , si hanno tutti i diritti degli altri condomini.

Ricordiamo, inoltre, che la Suprema Corte ha ritenuto illegittimi tutti quei provvedimenti restrittivi della libertà personale, come  avere un cane o un gatto ed usare gli spazi condominiali, a meno che non siano contrattuali o presi all’unamimità, quindi con il voto favorevole anche dei proprietari degli animali.

Per finire, il  DPR, relativo proprio agli ascensori,  recita: “gli ascensori sono adibiti al trasporto di pacchi, persone ed animali, in particolare cani”.
Gli amici umani del labrador discriminato possono contattarci per ulteriori riferimenti di legge. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).