argo
GEAPRESS – Argo è il cane che “vola”. Così, con un battuta, gli operatori del canile romano di Muratella, sintetizzano la storia di Argo.

E’ arrivato il 21 agosto 2013, ed era un randagio di via Limbara, zona Bufalotta Vigne Nuove. Un maschio di taglia medio/grande, di colore fulvo e con una macchia bianca sul petto. La sua età, secondo i veterinari, dovrebbe essere di  circa 3 anni.

Purtroppo la muscolatura del posteriore è completamente atrofizzata. Una vecchia paralisi, hanno detto  i veterinari, ma nessuno conosce la sua storia. Argo, però, ha sviluppato una andatura tutta sua ed è oggi capace di camminare con le zampe anteriori tenendo completamente sollevate le posteriori. Non struscia sul posteriore, non trascina le zampette morte, non ha bisogno di carrellini né di sofisticati interventi chirurgici e lunga fisioterapia. Cammina e basta, come fosse un cane normale. Scodinzolando.

Argo, dicono dall’Associazione Volontari Canile di Porta Portese che gestisce il canile,  è un cane più unico che raro. Un messaggio di vita e di speranza. Ed è arrivato fino a qui. Da solo. Ora a noi il compito di portarlo ad una vera famiglia, ad una vera casa. Ha un ottimo carattere, con gli altri animali e con le persone. Se Argo ha invece avuto una famiglia, qualcuno che si è occupato di lui, lo aspettiamo a Muratella. Questa la matricola del cane: 1608/13

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: