GEAPRESS – Sta meglio Irma, la cagnolina salvata da Andrea Cisternino, giunto appena in tempo per evitargli l’iniezione letale. “Da alcuni giorni giorni ha ripreso ad alzarsi ed ha già fatto una breve passeggiata con i miei cani” riferisce Andrea Cisternino a GeaPress. La cagnolina, però è ancora spaventata ed appena si prova ad accarezzarla si rannicchia su se stessa. “Si legge il terrore negli occhi – spiega Cisternino – chissà quante ne ha passate“.

Irma, questo il nome dato da Andrea alla cagnolina, è stata trovata sotto il tavolo di un ambulatorio veterinario. La siringa era già pronta. Una volontaria sui generis, o chissà cos’altro, aveva detto che era stata investita e che per lei non c’era più niente da fare. Niente di tutto questo. Già lo scorso fine luglio, Irma è stata operata ed ora la bella notizia. “L’intenzione è di darla in adozione“, riferisce Cisternino che nel frattempo ha ricevuto dal nostro Ambasciatore a Kiev Fabrizio Romano, la stima per il suo operato e l’assicurazione che non sarà abbandonato.

Meno male, visto che, fino ad ora, alla domanda di Cisternino di sapere dove fossero finiti i soldi raccolti nel corso delle campagne italiane in favore dei cani ucraini, ha risposto solo l’OIPA. “Non avevo dubbi – riporta Cisternino – ma per il resto attendo ancora“.

Intanto, tutto procede per la costituzione di una Associazione ucraina, da lui stesso curata, che si occuperà delle emergenze animali in quel paese. “Cani e altri animali, per i quali ci sarà bisogno“, spiega Andrea “Proprio pochi giorni addietro mi sono dovuto precipitale alla periferia di Kiev, ed ho trovato due cucciole, frutto di un abbandono“. Le due cagnoline, verosimilmente facendo festa a chiunque si avvicinasse, sono finite male. “Prima le hanno bastonate – spiega Andrea – poi una delle cucciole è stata infilzata con un forcone“. La prima cucciola è morta ma Aika, la sorellina, è stata trovata ancora in vita e trasportata all’ospedale veterinario. Colonna vertebrale spezzata e polmone bucato dal forcone. Nonostante l’immediata operazione chirurgica, Aika è morta a causa delle gravissime ferite riportate. “Ora ha ritrovato la sua amata sorellina – dice Andrea Cisternino – e finalmente stanno giocando e correndo come prima ma lontani dall’Orco umano“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati