GEAPRESS – Bella iniziativa della Regione Puglia, la Delibera di Giunta  n° 1010 del 16 maggio 2011 (leggi la delibera) finanzia la campagna tesa a sterilizzare i cani padronali, con l’erogazione della somma di 200mila euro, e, con altrettanti 200mila  euro, finanzia la realizzazione e/o l’ ampliamento di strutture, di proprietà comunale, adibite all’accoglienza di cani.

Il contributo sarà di 50 euro per ogni cane, ovviamente i cani devono essere iscritti all’anagrafe canina informatizzata regionale. I Comuni saranno liberi di convenzionarsi sia con medici veterinari liberi professionisti che con il servizio veterinario delle ASL, dovranno, però, specificarlo nelle domande da presentare alla Regione.

Nella Delibera si raccomandano interventi mirati, preferibilmente, ai cani padronali ‘residenti’ nelle aree esterne al centro urbano; una forma un po’ criptica per indicare i cani delle masserie, vere ‘fabbriche’ di cuccioli destinati al randagismo.

Le sterilizzazioni devono essere fatte secondo le “buone pratiche veterinarie”.

Ai Comuni tocca fare la richiesta del contributo regionale, che sarà erogato in base all’ordine cronologico di arrivo delle istanze, sino ad eusarimento “della provvista finanziaria all’uopo messa a disposizione nel presente provvedimento” (e questo non richiede grandi sforzi) e  realizzare campagne informative sulla sterilizzazione ( e qui l’impegno è un po’ più … gravoso?).

Altri 200mila euro sono a disposizione di quelle Amministrazioni comunali che vorranno costruire o ampliare i canili di proprietà comunale, ad esclusione di quei Comuni che hanno già usufruito di finanziamenti, per lo stesso fine, negli ultimi  cinque anni. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).