cane monreale
GEAPRESS – Un cane con le budella di fuori, orrendamente trainate lungo una strada della periferia di Monreale. Ad incappare nella tremenda scoperta è stato Alesso Di Dino, volontario OIPA che più volte ha denunciato la situazione del randagismo proprio in quel territorio comunale. “Anche questa volta – denuncia Alessio –  mi sono ritrovato  solo ad affrontare un’emergenza che di certo viene difficile da immaginare“.

Il cane, ora ricoverato in un clinica veterinaria di Palermo, non era stato così ridotto a seguito di maltrattamento. “E’ probabile – riferisce Alessio Di Dino a Geapress – che  a provocare lo squarcio nell’addome, sia stato un litigio tra randagi forse causato da una cagna in calore. Può essere stato preso per le parti molli, ovvero la pancia, da un cane più forte di lui“.

Inizialmente il volontario aveva scambiato quel tremendo “strascico” per una corda. Poi, però, la scoperta.

Non dimenticherò facilmente quello che è avvenuto ieri – aggiunge Alessio Di Dino – anche perchè mi sono dovuto fare forza e provvedere direttamente a soccorrere il cane. Ho composto vari numeri di telefono per le emergenze ma nessuno è stato in grado di dare una risposta. Ho cercato di calmare il cane, non vi era molto altro da fare, mi sono avvicinato con una copertina ed ho fatto quello che dovevo fare. Poi dal veterinario. E dire – conclude il volontario – che ieri sembrava proprio una domenica tranquilla”.

John, così è stato chiamato il cane, è già stato operato ed attualmente è sottoposto a terapia antibiotica.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati